martedì 2 ottobre 2007

Viaggio Negli States - Florida / 3

23.05.07
Io in una delle panchine del parco delle USF



Oggi inizio col parlarVi della USF...


meravigliosa Università. Fantastica tutta la città Universitaria; pensate che per andare da una parte all'altra dell'immenso territorio che fa parte del CAMPUS ci sono quattro ( 4 ) differenti linee di bus navetta, è a dir poco incredibile!! Diversi bus navetta sono guidati da donne, cosa che da noi è l'eccezione che conferma la regola,(oddio anch'io ho detto sta frase che non sopporto!!!). Di queste donne due erano nere ed assomigliavano a DELLA REESE ed ARETHA FRANKLIN...erano sempre sorridenti, molto gentili, wow pazzesco, se penso a loro mi viene solo il buonumore!!


All'interno della USF la cosa che mi ha colpito di più (CHISSA' PERCHE'), è stato che in ogni immenso piano c'è la sala computer con la connessione internet FREE !! Non immaginate quanto abbia navigato in quei giorni.....

AH, A PROPOSITO NON VI HO ANCORA DETTO CHE SON STATO LI' Q U I N D I C I ( 15 ) GIORNI!!!!

Dicevo, ho navigato tantissimo, sapete, nel mentre che la donna faceva le sue ricerche io dovevo ingannare il tempo;aggiungo poi che al tempo io avevo ancora la connessione 56K ed invece lì c'era una connessione BroadBand, quindi vi ho detto tutto... TANTO GODIMENTO!!! In queste sale computer non ero comunque l'unico a non essere uno studente della USF, c'erano diverse persone giovani e meno giovani che entravano solo per usare i computer; lì la filosofia delle linee telefoniche e quindi anche internet è ben diversa da quella nostrana. Pensate che già allora le telefonate all'interno della stessa città erano gratis, si avete capito GRATIS!
Quì da noi ancora oggi ( tranne con alcuni piani offerta ) nemmeno la telefonata al vicino che abita a fianco di casa è gratis!!
Come notate dalla foto del post di ieri, ho la giacca della tuta intorno alla vita, questo perché la temperatura esterna era di 30-33 gradi con punte di 38, ma dentro gli ambienti della facoltà c'erano sempre solo 15 gradi circa!! Non immaginate lo sbalzo...anzi, a dire la verità anche nei negozi e nei centri commerciali era così.
L'abbigliamento degli studenti...beh, IMPROPONIBILE!! No,non perché non fossero alla moda, non perché avessero vestiti sporchi, ma perchè diversi portavano pantaloncini corti stile ora vado a dormire ( CHE IO NON USO NEMMENO IN CASA ), CANOTTIERE E...ZOCCOLI!!!! Nella immensa biblioteca addirittura per spostarsi dal proprio desk alla ricerca di qualche libro ci andavano SCALZI!!!! Fai una cosa così da noi e ti prendono per C******E. Insomma la vera casa della libertà ( mmmm cosa ho scritto!! ) non dimentichiamo la moquette, dappertutto...

Scoiattoli...in uno dei punti ricreazione, all'esterno, ( anche se quelli la ricreazione la fanno pure all'interno... ), ho avuto modo di conoscere dal vivo gli scoiattoli: CHE CARINI!!! Acchiappavano tutti i tipi di snack che gli lanciavano. Però anche un po' monelli e diffidenti!

Tornando alla USF, concluderei dicendo di aver notato un grande senso di appartenenza, tipico americano. Pensate che nel BOOKSTORE ( foto del post di avant'ieri ) si vendono oltre ai libri, cartine ( geografiche ), cancelleria, diversi articoli con il logo della USF, oppure con l'icona del TORO ( Iconic Bull ); quindi si trovano t-shirt, polo, pantaloni, pantaloncini, matite, quaderni, tazze portapenne, agende e diari tutto con i "marchi" della USF! Gli studenti li comprano molto fieri dell'acquisto e li portano con ancora più orgoglio! Da quanto quell'abbigliamento era bello, ben rifinito e di buon tessuto, mi sono comprato una bellissima maglietta...Ma qui da noi chi è che si comprerebbe una maglietta oppure una tuta della propria facoltà, per andare in giro fiero come un eroe di guerra??


Ah, ora mi sono ricordato anche che ci sono diverse confraternite di studenti a cui ci si può affiliare. Insomma, proprio come quelle che spesso si vedono nei telefilm e film MADE IN U.S.A., molto caratteristico. Ovviamente organizzano un sacco di feste li nel campus ( ovviamente non Vi devo dire cosa succede in diverse di queste feste...!!! Un po' di sesso libero ?????? )


Al centro di Tampa...


nel giro al centro di Tampa, ho potuto ammirare i classici grattacieli in cui risiedono tante aziende importanti. Questo cuore Commerciale, stacca tantissimo da altri "quartieri", infatti nella strada che costeggia il mare ci sono le classiche case da film, quelle con giardino sul davanti con la stradina per il parcheggio delle auto di famiglia davanti all'ingresso e le classiche saracinesche a chiudere il garage. C'è poi la vecchia Tampa che è molto latina, infatti le case sono tutte basse, l'archittettura è tipica di città messicane o similari, sembra quasi un villaggio del far-west!!


Bene, anche per oggi ho finito...a domani, dove parlerò di altre curiosità, considerazioni sulla cucina, i locali di Tampa e dintorni , Orlando, gli amici di tutto il mondo incontrati e tanto altro...

12 commenti:

Suysan ha detto...

Mio figlio è stato lo scorso anno alla New York University NYU e ha raccontato anche lui dell'orgoglio americano di appartenere ad una data università che noi in Italia proprio non abbiamo........
Molte cose coincidono con quello che racconti tu......allora anche l'America è "tutto un paese"!!

Aspetto la quarta puntata.......

Il Mari ha detto...

Oh... oh....
Sono arrivato tardi ma mi sono, letto tutti e tre i post pubblicati.
Bello sentire il tuo racconto.
Anch'io ho un'esperienza di circa 15 gg in USA e Canada, ma io ero in viaggio di lavoro, girando tra un plant e l'altro.
Quello che mi ha impressionato maggiormente sono state le dimensioni. Ascensore, hall, marciapiedi, automobili, strade, ecc. tutte più GRANDI

AndreA ha detto...

Suysan, "loro" hanno un senso di appartenenza molto spiccato un po' per tutto, le bandiere a stelle e strisce non è solo una cosa da film, è davvero così!! Questo è solo un esempio, ma in tante altre cose lo dimostrano "senza nessuna vergogna".
Ci vediamo alla quarta puntata!! :-)
Buona serata!!

AndreA ha detto...

IlMari, già da loro è tutto esageratamente grande!!
Un abbraccio, buona serata!! :-)

daniela ha detto...

Io non amo molto l'america nè i Campus e le feste free, e nemmeno tanto il nazionalismo, devo riconoscere però che a noi italiani un pò di patriottismo ci farebbe bene, visto che non ne abbiamo affatto.
Interessanti le informazioni che dai,ti ringrazio e ti sono solidale per il 56k (anzi 52k, sigh!)..

AndreA ha detto...

Daniela, si un tantinino in più di orgoglio di essere italiani lo dovremmo sempre avere e non SOLO durante i mondiali di calcio!!
Io ora navigo con l'adsl wi-fi...a quel tempo avevo la 56k.
Certo che è dura navigare così!!
Un abbraccio, buona notte!! ;-)

Urd ha detto...

Ma che figatissima*__* se penso alla mia università mi viene da piangere...-.- basta vado a sotterrarmi da qualche parte, che vita grama...

AndreA ha detto...

Urd, sono certo che se facessi un salto da quelle parti ti piacerebbe un sacco!!! ;-)
Un bacio, buona notte!! :-)

Il Mari ha detto...

Hai detto giusto "esageratamente".
Però bisogna considerare che loro sono nati dopo di noi, non hanno una storia come la nostra alle spalle.
Forse è proprio quella che ci frega.

LAURA ha detto...

Che bello andare in biblioteca scalzi! Mi piacerebbe provare...Comunque le Universit� americane non sono affatto paragonabili alle nostre...

AndreA ha detto...

IlMari, si è vero, la loro Storia è molto recente...
A presto, buona serata! :-)

AndreA ha detto...

Laura, confermo, quelle Univerità sono molto differenti, ma un po' tutto il sistema scuola negli USA è diverso dal nostro!
Un bacio, buona serata!! ;-)