lunedì 23 febbraio 2009

A Voi ...



Ad ognuno di Voi, la propria porzione di muro da riempire con un pensiero, un motto, una frase famosa o la frase che avreste sempre voluto dire, ma non avete mai detto; L'IMPORTANTE E' NON IMBRATTARE ...


Federica
AIUTOOOOOOOOOOOOOOO



Pupottina
SCUSA non volevo farti soffrire



Anicestellato
Il perdono è la qualità del coraggioso,
non del codardo.
Gandhi.


Aglaia
sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo
Gandhi



Calendula
Ama e fa ciò che vuoi


Anna
Carmen e Ferdinando,
vi amo da morire.
Mamma


Suysan
Ridere è il vero segno della libertà



Pansy
VIVA I BLOGGER!



Anna Righeblu
Non tutto ciò che può essere contato, conta.
Non tutto ciò che conta può essere contato!




The Tramp
Un giorno senza sorriso è un giorno perso!



UN ANNO FA


Miglior Post ... fino al 28 Febbraio è in corso la votazione per eleggere il Miglior post del Mese di Gennaio 2009, di questo blog, siete tutti invitati a partecipare; per leggere i post cliccate QUI, per votare invece QUI.


15 commenti:

Federica ha detto...

io alle medie avevo scritto varie volte Sceriffo ti amo dietro la scuola... sceriffo era il nome in codice che avevo dato a quello che era il più figo della scuola!

oggi però scrivo sul tuo muro un bell'AIUTOOOOOOOOOOOOOOO... domani ho un esamone e non so una cippa!... ora mi metto a studiare :D

Pupottina ha detto...

domanda difficile.....
mai imbrattato un muro... ma ho apprezzato chi li imbrattava per me... ma erano altri tempi.... l'amore giovanile, si sa... fanno di tutto davvero per conquistarti....

forse se dovessi scrivere io ....
scriverei......

"SCUSA non volevo farti soffrire"

GlitterVictim ha detto...

Mi piaceva l'idea di imbrattare gli edifici con murales creati attraverso fasci di luce, peccato la moda non abbia preso piede. Io odio chi imbratta i muri, mi piacciono i grafiti sui vagoni delle metro o sui muri delle ferrovie ma che siano disegni che abbiano un senso non squallide scritte magari fatte da zampe di gallina.

GlitterVictim ha detto...

PS. Quella dei grafiti dovrebbe essere un'arte e non un pasticcio.

Anicestellato... ha detto...

Non amo chi imbratta i muri soprattutto per cose stupide, quindi se proprio dobbiamo allora trasmettiamo un messaggio...
...Il perdono è la qualità del coraggioso, non del codardo. Gandhi.
un abbraccio

Ross ha detto...

Sono d'accordo con Glittervictim.

Occorre distinguere fra arte, da salvaguardare e magari incentivare (anche come forma di denuncia, perchè no), e atti vandalici, da eliminare possibilmente con i soldi dei reponsabili (per quanto il loro messaggio possa essere condivisibile :)).

calendula / trattalia ha detto...

ama e fa ciò che vuoi

Aglaia ha detto...

più che i muri ,preferirei fossero tele,salvaguardando così monumenti e case.
su una tela scriverei
sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo
Gandhi

fabio r. ha detto...

io appoggio l'idea di destinare spazi bianchi, moderni, a veri writers, agli artisti. qcs ho visto a Roma vicino alla stazione. keith haring e' stato un Vero artista, l'ho adorato. ma odio le scritte sui monumenti, i luoghi pubblici e nei centri storici.
sarei d'accordo affinché parti delle scuole siano 'affrescate' tipo le palestre grigie e tristi! per il resto, per imbrattarori scemi multe salatissime.

ANNA ha detto...

Sono indecisa... tra due messaggi totalmente diversi l'uno dall'altro.
"Carmen e Ferdinando vi amo da morire. Mamma"

:)

Suysan ha detto...

"Ridere è il vero segno della libertà"

pansy ha detto...

A scuola..
Alessandro ti amo ..
il mio primo fidanzato e grande amore :-)

pansy ha detto...

Ora invece non scriverei niente, non mi piacciono i murales ;-)
Ma se proprio allora:
VIVA I BLOGGER! ahah

anna righeblu ha detto...

Non scriverei mai su un muro...però ti lascio una citazione di Einstein:

"Non tutto ciò che può essere contato, conta. Non tutto ciò che conta può essere contato".

Ciao, a presto :-)

the Tramp ha detto...

Non sopporto chi imbratta i muri, ma quelli virtuali...Quando ero piccolo avevo preparato il discorso per quando avrei vinto un Oscar, ma è lungo da riportare...;-)
perciò scriverei : Un giorno senza sorriso è un giorno perso! (C.Chaplin, naturalmente)