mercoledì 26 settembre 2007

Non Per Finta Ma Con Passione

09.05.07

Oggi ho parlato con una mia amica che non vedevo da qualche tempo, ci sono novità, non positive di primo acchitto..sta per separarsi dal marito. Loro si conoscono da 15 anni, sono sposati da circa 7 ed hanno un bambino di 3 anni. La scelta è consensuale, purtroppo non c'è più quel feeling di qualche anno fa. Non è facile fare delle scelte simili, perché entrano in gioco tanti elementi che la metà basterebbero per creare un gran casino; le ho detto che è inutile portare avanti "un qualcosa" se non è fatto con passione e con la convinzione di tutto se stessi. Le cose fatte per finta possono essere anche le più importanti ma non hanno la stessa valenza di quelle che seppur piccole e quasi insignificanti vengono fatte con PASSIONE. La passione è quella che ti fa superare gli ostacoli più insormontabili, la finzione è quella che nel Tuo IO più profondo ti avvilisce. Tutto ciò che è fatto con passione è diretta espressione del nostro essere ed in quanto tale è più apprezzabile e di miglior fattura. Tutto ciò che è fatto per finta è pesante, faticoso e privo di gioia. Ciò che è fatto per finta è qualcosa che nel tempo si è IMPOLVERATO...l'abitudine, incrosta, spegne anche le cose più importanti; si finisce così per farle per finta!!
L'abitudine è tra i maggiori nemici delle coppie dell'oggi; un oggi intessuto di gran ritmo, grandi novità e continui cambiamenti. Vogliamo non tenere conto delle "possibilità" di sviare da una coppia al giorno d'oggi? E l'insoddisfazione diffusa, dove la lasciamo?

DITEMI, COS'ALTRO HO SCORDATO??


Sopra ho scritto "non positive di primo acchitto", già, perché alla fine non è così. Io credo che, tra qualche tempo, ambedue staranno meglio; con la dovuta sofferenza, perché quella è inevitabile dopo tanti anni trascorsi insieme, a meno che non si sia cinici a manetta. Andranno contro aspre critiche, ovvio, ma devono pensare a stare bene loro e non solo far felici e contenti gli altri. Ognuno deve essere felice e contento per se per poter condividere questa felicità con gli altri...ed è diverso, no?
Sono convinto che in passato, molte coppie non hanno scelto la strada di dividersi, solo per motivi di "facciata", di disonore per la famiglia, per vergogna; ma che vergogna è scegliere la propria felicità? Perché è così disonorevole guardarsi in faccia e non mentirsi?
Mai accontentarsi e con questo non voglio dire che bisogna cambiare partner con la stessa periodicità con cui si fa il tagliando dell'auto (!!), ma non si può nemmeno continuare a stare con un a persona che non ti completa.
Ogni storia ha la sua Storia!

Mi accorgo che questo è un argomento che meriterebbe pagine e pagine di blog, io ho scritto mooolto brevemente una parte del mio pensiero....

L'abbraccio, consentitemelo, va all'amica di cui vi ho detto e a suo marito, per loro non è e non sarà un momento semplice, ma torneranno a volare per cieli limpidi, glielo auguro con tutto il cuore.

Vorrei chiudere questo lungo post, e scusate se Vi avessi annoiato, con due testi che mi sono venuti in mente oggi...


Subsonica

- Abitudine -

Abitudine tra noi è un soggetto da evitare
tra le frasi di dolore, gioia,
nei desideri,
non ci si è concessa mai.
Dolce e instabile condanna
mi hai portato troppo in là:
vedo solo sbarre, vedo una prigione umida,
vedo poca verità.
COME FARE A DIRTELO CHE NON CI SEI PIU' DENTRO
ME E CHE
SIAMO L’ECO DI PAROLE INTRAPPOLATE IN FONDO AL CUORE.
COME FARE A DIRTELO CHE NON CI SEI PIU’ DENTRO
GLI OCCHI MIEI,
CHE SIAMO SOLAMENTE
INCOMPRENSIONE E LACRIME.
Ci sarebbe da capire come è stato facile congelarsi sotto tutti i nostri desideri e sentirli inutili.
Come fare a dirti
che non c’è più spazio per progetti e tanto non ne abbiamo mai fatti
e che sarebbe stupido.
Come fare a dirti che ho voglia di morire come in fondo sto facendo già da un po’.

COME FARE A DIRTELO CHE NON CI SEI PIU' DENTRO
ME E CHE
SIAMO L’ECO DI PAROLE INTRAPPOLATE IN FONDO
AL CUORE.
COME FARE A DIRTELO CHE NON CI SEI PIU’ DENTRO
GLI OCCHI MIEI,
CHE SIAMO SOLAMENTE
INCOMPRENSIONE E LACRIME.
COME FARE A DIRTELO...



Nek
- Attimi -

Spesso capita se insegui quel che vuoi che non apprezzi quel che hai
per esempio io vivo la mia libertà
ma qualcuno muore per difenderla

Il tuo viso che si appoggia sopra il mio
è normale che ci sia nei giorni miei
ma se non ci fosse io quali giorni avrei

Fino a che ci sei
i miei occhi su di te
che si perdono dove inizia il tuo abbandono
sono attimi non certezze penso che
il miracolo è che tu sia qui per me

Spesso capita cercando non so che che si perda quello che già c’è e ora voglio solamente quel che ho me ne accorgo quando ti allontani un po’ io me ne accorgo quando t’ allontani un po’

Fino a che ci sei
i tuoi occhi su di me che si perdono
dove inizia il mio abbandono
sono attimi ma stanotte penso che
il miracolo è che tu sei qui

E fino a che ci sei i miei occhi su di te
che ti cercano nel lasciarti andare piano
sono attimi da fermare quando vuoi
per rubare al tempo attimi di noi

9 commenti:

freespiritman ha detto...

Ciao Andrea, un breve passaggio anche sul tuo nuovo blog, poi ripasserò a leggerti con calma.
Ciao a presto!!!

AndreA ha detto...

Freespiritman, ti aspetto! :-)
Ciao a presto, buona serata!

Suysan ha detto...

sono daccordo con te, non si può vivere con una persona se ci sono contrasti e se non c'è amore....ma mi dispiace per il bimbo di tre anni che naturalmente soffrirà molto, anche se i genitori resteranno in buoni rapporti a lui mancheranno quelle certezze che solo una famiglia unita può dare.

P.S. ho cercato di essere il più concisa possibile, troppo ci sarebbe da dire...

mcastel ha detto...

Beh, premetto che non voglio giudicare nessuno, ci mancherebbe! Vorrei dire solo un mio umile pensiero, e cioè che mi pare che - a volte - si perda di vista che anche la passione e l'affiatamento, non son cose che "ci sono" o "non ci sono" tout-court, ma vanno (e questo è difficile, è il vero "lavoro" della coppia) curate, quasi "coltivate", giorno per giorno... Con questo, ripeto, non voglio nè giudicare nè far quello che ha ogni risposta in tasca.. è solo un'impressione, una suggestione ;)

Permettetemi una citazione da una vecchia canzone di Finardi, "15 bambini"

"E' che l'amore va curato
continuamente rinnovato
come un figlio va educato
perché non cresca storto o incasinato...."

In generale, credo che ci sia tanto da scrivere e riflettere, su questo (come ben dici Andrea, nel tuo post), pagine e pagine...

AndreA ha detto...

Suysan, già ci sarebbe tanto da dire, lo so, perchè in queste occasioni entrano in gioco tante cose...

Un abbraccio, buona serata! :-)

AndreA ha detto...

Mcastel, hai ragione, bisogna "lavorarci" sopra...riflettendoci un po', mi viene da pensare che buona parte del problema sia la "pigrizia" di voler fare questo lavoro e la "pretesa" che la vita, in questo caso quella di coppia, debba essere solo ed unicamente un rettilineo...e magari anche in discesa!
Un abbraccio e buona serata! :-)

Rosy ha detto...

..beh come hai detto..ci si potrebbero usare altri mille e piu parole per entrarci a fondo in questo discorso..
La vita di coppia va celebrata..sempre..giorno per giorno..
e con il matrimonio ..non come i vecchi standard..va nutrito ancora di più..
si è avidi di sentimenti oggi giorno..e questo è un male..

Come vedi mio caro..amo scrivere in musica..la massima espressione in poesie ed in note di quello ke è il forte sentimento della passione..
ci guida..di da emozioni..
sensazioni che il cuore spesso non riesce piu a provare..e come per incanto..una nota..un cenno..ed ecco ke il motore riparte..qualunque esso sia..
ma sempre grazie alla musica..
Buona serata Andrea..
al prossimo canto..
e sarà il mio..
Rosy*

AndreA ha detto...

Rosy, concordo con la tesi della AVIDITA' DI SENTIMENTI...
Buona serata anche a Te!!
Attendo il prossimo canto...

Oneida ha detto...

People should read this.